Come investire i soldi in modo sicuro e redditizio

zz6424Spesso capita di trovare su Internet annunci relativi a “investimenti sicuri con rendimenti elevati”. Si tratta  davvero del sogno di ogni investitore. L’idea che è possibile ottenere un elevato ritorno per il vostro denaro con un limitato o addirittura nessun rischio è, appunto, un sogno più che la realtà.

O meglio, se si vuole veramente fare investimenti sicuri con rendimenti elevati il primo passo fondamentale è quello di definire sia “sicuro” sia “elevato”. Cominciamo con “sicuro”. Per molte persone, questo significa non perdere mai un centesimo. Se questo è il vostro obiettivo, beh, rinunciate subito!

L’investimento di gran lunga più sicuro che si possa fare è acquisire più formazione in campo finanziario per investire in modo oculato o per avviare un’impresa. Ma anche in quest’ultimo caso, ci si potrebbe trovare senza lavoro e l’azienda potrebbe di conseguenza fallire.

Ma se per “sicuro” si intende un rischio di perdita molto basso, allora è meglio mettere il denaro su un conto deposito bancario o in un libretto di risparmio bancario o postale, che permette il deposito di denaro con tassi di interesse più vantaggiosi rispetto a quelli del conto corrente tradizionale e che consente comunque il loro prelievo o spostamento in qualsiasi momento.

Il rendimento non sarà in questo caso certamente grande, ma in compenso il rischio di perdita è minimo, a meno che non si immagininino scenari catastrofici. Inoltre, sarete protetti dall’inflazione, che si mangia il vostro potere d’acquisto. Se però volete guadagnare un po’ di più e rischiare un po’ di più, il passo successivo è rappresentato dalle obbligazioni.

I titoli di Stato, in particolare, in questo momento sono l’investimento più sicuro che si potrebbe fare sul mercato, ma i rischi rimangono abbastanza reali, soprattutto per quelli di certi Paesi ed a lunga scadenza. Inoltre, se si acquista un titolo a lungo termine e lo si conserva, l’inflazione potrebbe aumentare nel tempo e mangiarsi il vostro guadagno potenziale. Inoltre, se a un certo punto i tassi saranno in crescita, sarà più difficile vendere il vostro titolo.

Che dire riguardo le azioni? Bene, qui i rischi sono ben noti, ma lo sono anche i frutti. Molti titoli azionari pagano un dividendo costante. Se si riesce a prendere azioni di società sottovalutate, allora si ottiene il reddito da dividendi più il potenziale apprezzamento di valore. Forse meno compreso è il rischio che si corre ad acquistare un singolo titolo azionario.

Non c’è motivo, in realtà, per cui un’azione dovrebbe aumentare di valore nel tempo. I dividendi, d’altra parte, possono essere tagliati. Una società potrebbe andare in bancarotta, o tagliare il dividendo a zero. Sì, con le azioni si può perdere e se proprio non si vuole rinunciare a inserire una componente azionaria nel proprio portafoglio, meglio farlo attraverso i fondi comuni di investimento.

Molti investitori di recente hanno preso in simpatia l’oro sulla presunzione che il metallo giallo fosse un’alternativa “sicura” agli investimenti tradizionali. E l’oro prontamente ha preso in giro tutti, crollando come una roccia quando i mercati azionari sono saliti a nuove altezze.

Se cercate investimenti sicuri con rendimenti elevati, quindi, l’ideale è possedere delle azioni per la loro capacità nel battere l’inflazione, ma non proprio le singole azioni. Invece, acquistate fondi indicizzati che possiedono panieri di interi mercati, anche esteri. In questo modo, si ottengono tutti i relativi dividendi e qualsiasi apprezzamento correndo molto meno rischi.

Si dovrebbe anche possedere, nel proprio portafoglio, alcune obbligazioni, in quanto anche queste daranno un ritorno, ma anche in questo caso è meglio farlo attraverso fondi indicizzati. Per gli investimenti in oro, invece, puntiamo quanto basta per controbilanciare la partecipazione in azioni, obbligazioni e immobili. Il ribilanciamento periodico del portafoglio massimizzerà i guadagni e minimizzerà i rischi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *