Come investire in borse estere?

zz8756I mercati esteri sono sempre stati oggetto di invidia per gli investitori nazionali, perché gli indici in alcuni paesi esteri hanno prodotto rendimenti elevati in passato. Questi elevati rendimenti nei mercati esteri portano gli investitori a cercare modi per investire su di essi.

Ci sono solo pochi modi per investire nei mercati esteri. L’approccio diretto è quello di comprare azioni in quei paesi. Tuttavia, l’acquisto di azioni su mercati al di fuori del proprio paese o di quello del vostro broker può essere più difficile di quanto lo sia la negoziazione di azioni nazionali. Se state cercando di investire in una società estera quotata su una Borsa estera, la prima cosa da fare è quella di contattare la vostra società di brokeraggio e vedere se fornisce tale servizio.

Se lo fa, l’azienda avrà bisogno di contattare un market maker o una società affiliata situata nel paese in cui si desidera acquistare le azioni. Tuttavia, anche se l’impresa fornisce questo servizio, potrebbe non essere in grado di ottenere l’accesso alle azioni specifiche che si desiderano. In tal caso, l’alternativa potrebbe essere quella di cercare di creare un conto di intermediazione con una società operante in quel paese straniero.

A meno che il vostro broker non sia uno dei pochi specializzati, probabilmente non è di grande aiuto per l’acquisto di azioni estere. In genere, i broker offrono una gamma molto limitata di mercati esteri o richiedono commissioni proibitive per questo tipo di servizio. Ma la situazione sta cambiando. Molte più persone stanno comprando azioni estere e sta diventando sempre più facile ed economico farlo.

Investire in azioni di società estere, come Apple, Google o Facebook, può sembrare molto complicato, ma non è così. Per prima cosa si apre un conto di trading qui in Italia con una società di intermediazione che investe in azioni quotate alla Borsa di New York o su qualsiasi altra borsa. L’agente di borsa italiano agisce come intermediario tra l’utente e la casa di intermediazione estera e vi aiuterà ad aprire il conto e ad espletare le formalità applicabili per quel paese.

In genere avete solo bisogno di riempire un modulo di domanda e fornire una prova della vostra identità e indirizzo di residenza tramite documenti quali Passaporto, carta d’identità, estratto conto bancario, etc. Una volta che i dati necessari siano stati registrati, vi verranno forniti i dettagli del conto bancario del broker straniero a cui i soldi devono essere trasferiti. Si riceveranno anche i recapiti della persona che si prenderà cura del vostro account nel caso necessitaste di assistenza.

Se si trova un modo per investire in altri paesi, è comunque necessario comprendere i rischi associati agli investimenti esteri. I regolamenti in paesi stranieri possono colpire sia gli investimenti sia tutti gli account impostati in quel paese. Per esempio, ci possono essere restrizioni alla vostra capacità di trasferire fondi dal proprio conto estero a uno nel vostro paese, oppure i soldi possono essere tassati ogni volta che si tenta di portarli a casa. Perciò è bene informarsi sui rischi di investire in un particolare mercato estero.

Gli investitori possono inoltre utilizzare strumenti come i fondi comuni di investimento o gli Exchange Traded Funds (ETF) come modi meno rischiosi per ottenere una presenza sui mercati esteri. Ci sono molti di questi prodotti di investimento che coprono una vasta gamma di regioni del mondo, come l’America Latina o l’Asia. Questi strumenti possono essere gestiti attivamente o meno e sono facilmente acquistabili tramite qualsiasi broker nazionale che offra una gamma completa di servizi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *