Come scegliere un fondo azionario: consigli utili

zz7639La maggior parte degli investitori – soprattutto quelli che lo sono da poco – non hanno abbastanza soldi per costruire un sano portafoglio di azioni per conto proprio. I fondi comuni di investimento sono portafogli di azioni o obbligazioni (o, talvolta, altre attività) acquistabili da chiunque come se fossero azioni. Per gli investitori, ciò si traduce in una gestione professionale e in un insieme diversificato di investimenti, risparmiandosi così un sacco di lavoro e di responsabilità.

Ci sono più di 8.000 fondi comuni di investimento sul mercato, molti con diverse strategie e tipi di mandati. Alcuni fondi investono esclusivamente in azioni, o solo in obbligazioni, o in un po’ di ciascuno; i fondi a gestione attiva cercano di battere il mercato, mentre i fondi indicizzati cercano di replicare il mercato a basso costo, senza che il gestore operi una scelta delle azioni in cui investire. Poi ci sono distinzioni più sottili: è possibile trovare un fondo che investe solo in un determinato paese o regione geografica, un fondo che investe soltanto in un determinato settore; o, si può trovare un fondo che acquista solo azioni in aziende di una certa dimensione.

Se state per acquistare il vostro primo fondo comune di investimento azionario, è consigliabile un fondo ampio che si concentri sulle grandi aziende. È possibile aggiungere fondi più specializzati in seguito, ma si dovrebbe iniziare con quelli di base. Una volta che sapete meglio che tipo di fondo state cercando, ecco alcuni semplici consigli su come scegliere un fondo all’interno di una categoria.

Iniziate con le performance. Sebbene l’avvertimento che trovate su ogni fondo è che “le performance passate non indicano i risultati futuri”, esaminare le performance passate rappresenta ancora un buon modo per iniziare la ricerca di un fondo. Quando si confrontano le performance, tuttavia, è importante misurare un fondo rispetto ad altri simili.

Controllate poi il benchmark, o riferimento.  I fondi comuni di investimento sono tenuti a comunicare un benchmark nel prospetto, cioè nella guida pubblicata con le regole per sottoscrivere i fondi che vi verrà fornita. I benchmark di solito includono un indice azionario o obbligazionario, nonché un confronto con altri fondi della stessa categoria. Ad esempio, la maggior parte dei fondi azionari degli USA che si concentrano su grandi aziende utilizzano come benchmark l’indice azionario “S&P 500”.

Voi dovete cercare fondi azionari che abbiano sempre riprodotto od oltrepassato i loro benchmark. Considerate anche la media. Cercate fondi che battono costantemente la media dei fondi nella propria categoria. Usate siti come Morningstar.com, Fund Screener e altri (o buone piattatorme di home banking) per trovare fondi comuni con rating elevato che abbiano un ritorno a 5 anni uguale o superiore alla loro media di categoria.

Conosci il tuo manager. I fondi comuni sono generalmente gestiti da uno o più manager, oppure da un vero e proprio team. I fondi destinati a replicare un indice di mercato, chiamati fondi indicizzati, sono meno dipendenti da persone reali per la loro gestione, mentre i fondi che cercano di battere un indice scegliendo le azioni all’interno di un settore devono contare su persone reali o modelli informatici per scegliere le società su cui puntare.

Valutate le spese. Il “Coefficiente di spesa” è la percentuale del patrimonio del fondo che va a pagare le spese di gestione del fondo, comprese quelle per i manager e per il marketing. Ogni euro che va a pagare le spese di un fondo è un euro che non ricevete indietro. I fondi indicizzati – che si limitano a replicare l’indice pubblicato e richiedono poco o nessun intervento umano – sono sempre più convenienti dei fondi comuni di investimento i cui titoli vengono scelti dai gestori di un portafoglio.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *