Come si fa Forex trading: operare sulle valute

zzzz7600Il Forex, o mercato delle valute, dà la possibilità di fare trading in entrambe le direzioni (vendita di una valuta e acquisto di un’altra e viceversa), quindi offre sempre molte opportunità al trader che ha la medesima possibilità di operare in mercati ascendenti o discendenti, a differenza di quanto avviene sui mercati azionari.  Inoltre, il mercato Forex è aperto 24 ore su 24, per cui i trader possono entrare o uscire dal mercato in qualsiasi momento senza dover attendere l’apertura ufficiale o fare i conti con “gap” di mercato, anche se in realtà sono pochi gli orari in cui è opportuno operare. Ecco una breve ma utile presentazione dell’argomento.

1) ALTRI VANTAGGI DEL FOREX RISPETTO ALL’AZIONARIO 

Nei mercati Forex i broker che permettono di operare attraverso le loro piattaforme generalmente non applicano commissioni, e guadagnano grazie al margine fra il prezzo di domanda e di offerta. Inoltre, moltitrader che usano l’analisi tecnica trovano il Forex particolarmente attraente poiché le valute rispondono assai bene a molti indicatori tecnici di comune utilizzo, come il MACD, l’RSI e le Candele Giapponesi. Per di più, il Forex è di gran lunga il mercato più grande del mondo, con oltre 2 trilioni di dollari scambiatiquotidianamente, per cui grazie ai suoi grandi volumi è sempre “liquido”, cioè ogni investitore sa che entrare o uscire in un’operazione è sempre possibile. Infine, sul mercato valutario nonoccorre scegliere fra migliaia di azioni: il Forex ha solo sette “grandi” valute su cui occorre documentarsi, e le relative informazioni sono pubbliche e facilmente accessibili.

2) OPERARE SUL MERCATO FOREX: IL PERICOLO E L’OPPORTUNITÀ 

È molto importante che le persone che desiderano negoziare sui mercati valutari siano coscienti della netta distinzione tra speculazione ed investimento. Le operazioni Forex sono per loro natura un’attività speculativa: i mercati delle divise straniere sono tra i più volatili al mondo. Tuttavia, il potenziale del mercato Forex sta proprio nella forte volatilità del mercato, non certo nella sua tranquillità. Grandi”volumi” + “forte volatilità” sono il segno che è il momento propizio per fare trading. Una delle opportunità offerte dal trading sul Forex è costituita dai cosiddetti “margini”, che consentono di eseguire operazioni di trading di gran lunga superiori al totale del proprio deposito. Tuttavia, l’avidità di guadagno distrugge molti operatori e dunque la strategia migliore per il principiante è quella di non usare l’effetto leva, e di iniziare a impiegarlo solo in un secondo tempo, aumentando gradualmente il livello della leva in linea con la propria esperienza e con il successo già consolidato.

3) QUANDO È SCONSIGLIABILE TRADARE: LE “SESSIONI” DEL FOREX 

Nel Forex, il trading è possibile 24 ore su 24, tuttavia ci sono principalmente 3 diverse sessioni: l’Europea (8-17), l’Americana (14-22) e l’Asiatica (24-9), più la sessione minore australiana che comincia alle 23. Come si può vedere nella figura indicativa qui sotto, che fa riferimento all’ora italiana, la sessione europea inizia alle 08:00 con l’apertura del mercato di Francoforte e termina alle 17:00, mentre un’ora più tardi apre quello di Londra. Alle 14:00 inizia la sessione americana (USA), che dura fino alle 22:00, mentre quella asiatica inizia alle 24:00 e termina alle 09:00.  A meno che non si sia degli esperti, è in generale sconsigliabile aprire una posizione di trading prima dell’apertura dei mercati di Londra e New York, perché nel Forex ogni sessione fa storia a sé ed i trendgenerati dall’una possono facilmente essere ribaltati dai trade della sessione successiva (anche perché, quando due grandi mercati sono aperti nello stesso tempo, si produce un più alto volume di scambi).

zzzz6621

4) SAPERE È POTERE, MA SEMPRE “SEGUENDO” IL MERCATO

Come sempre nel trading, è essenziale capire le basi di questo mercato. Il fattore di maggiore influenza sono le notizie e gli eventi. Tuttavia non basta leggere le notizie e le interpretazioni date daimedia: occorre imparare a “leggere” le news e ad interpretare gli eventi da sé. Ma ricordate che state scambiando coppie di valute, non valute singole. Dunque, è necessario conoscere entrambe. Il successo o il fallimento del trading sul Forex dipende da ambedue le parti e dal modo in cui una influisce sull’altra, non solo dalla singola valuta in sé. Ogni coppiadi valute ha un modo unico di muoversi sul mercato, che occorre imparare a conoscere con l’osservazione e con l’esperienza.  Nel mercato del Forex non esistono veri e propri “affari”: eseguite i trade secondo la direzione in cui sta andando il prezzo puntando ad un guadagno di almeno 20 tick (cioè ben più grande dello spread) – ed applicando l’analisi tecnica, gli stop-loss, il money management, etc. – ed i risultati non tarderanno ad arrivare.

5) LE PIATTAFORME PER FARE TRADING SUL FOREX 

Senza una piattaforma non potete sperare di tradare sul Forex. Ma quali sono le migliori piattaforme per operare sul mercato delle valute ed i broker che le “offrono”? Ve ne sono diverse: ETORO, una delle piùconosciute, richiede un deposito di soli 50 dollari, ma non è amata dai professionisti; AVAFX è uno dei broker Forex online più autorevoli e la sua piattaforma è molto potente, ha opzioni per i trading automatico e permette di testare gratuitamente le proprie capacità; CKFX è un’altra piattaforma sofisticatissima ma di facile utilizzo.  Attenzione alla scelta di altre piattaforme: molti broker Forex operano solo per lucrare sui vostri trade, perciò documentatevi bene. Infine, non investite denaro in trading reale sul Forex prima di aver fattoesperienza su un conto Forex dimostrativo: solo il 10% dei trader hanno successo, e sono quelli che hanno affinato conoscenze e competenze – nonché sviluppato la necessaria disciplina e il corretto atteggiamentomentale – su tali conti prima di accedere al mercato reale.

zzzz79879999

6) GLI ORARI ED I GIORNI MIGLIORI IN CUI OPERARE

Per un trader italiano, i momenti migliori per operare sono dalle 07:00 alle 09:00 (mercati Giappone, Regno Unito), dalle 10:00 alle 12:00 (Regno Unito senza EUR/USD), dalle 14:30 alle 19:00 (Regno Unito e USA fino alle 17:00, poi solo USA), dalle 02:30 alle 04:30 (Giappone). In particolare, durante la sessione europea leMigliori opportunità di trading si hanno dalle 9 alle 11 e dalle 14 alle 17. Tra le 12 e le 14 di solito il mercato si calma, soprattutto in corrispondenza della pausa pranzo. Tra le 22:00 e le 24:00 solo l’Australia è operativa, la liquidità bassissima ed i movimenti minimi.  Naturalmente, in tutti gli orari indicati occorre tener conto delle “ore legali” dei vari Paesi coinvolti, che non cambiano in sincronia fra loro. Il week-end il mercato è chiuso, e la settimana inizia alle 23 della domenica e finisce alle 23 del venerdì, ma la domenica sera i volumi degli scambi sono molto bassi. I giorni migliori in cui operare sono quelli in mezzo alla settimana, il venerdì pomeriggio si nota un rallentamento notevole.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *