Differenza tra analisi tecnica e fondamentale: confronto

z878674La cosa migliore nell’analisi fondamentale è che in questo tipo di analisi, invece di leggere grafici e tabelle, è necessario raccogliere e interpretare i dati provenienti da una varietà di supporti diversi: notizie, comunicati aziendali e pubblicazioni da altre fonti di dati.

Secondo molti analisti esperti, il problema è che molti non capiscono realmente come certi fattori influenzino i prezzi e così spesso conducono i propri trade in un modo particolare per ragioni illogiche. C’è ormai una quantità enorme di informazioni disponibili e questo è il motivo per cui a volte i trader si confondono. Il trucco è quello di riuscire a prendere le informazioni più importanti e capire come esse influenzeranno l’attività sottostante l’asset di vostro interesse.

Per quanto facile ciò possa all’apparenza sembrare, bisogna tuttavia essere molto attenti quando si leggono i segnali forniti da tali informazioni, perché non hanno solo un effetto unilaterale. Proprio come gli eventi di congiuntura sfavorevoli possono diminuire i prezzi delle azioni e della maggior parte delle materie prime – e possono, allo stesso tempo, aumentare il valore dell’oro e di altri metalli preziosi – allo stesso modo, una buona notizia, ad es. per la Coca-Cola, potrà allo stesso tempo portare ad un aumento del prezzo delle loro azioni e ad una diminuzione per quello delle azioni della loro più grande rivale, la Pepsi.

L’analisi tecnica è più complicata rispetto alla fondamentale perché è necessario studiare come leggere i grafici. A differenza dell’analisi fondamentale, dove il prezzo di mercato di un bene è accettato non essere mai corretto e quindi viene costantemente regolato, qui l’idea è che esso è sempre corretto. Così i movimenti di prezzo saranno un chiaro riflesso degli eventi che si verificano.

Il consiglio più comune è che si dovrebbero studiare attentamente i grafici dei prezzi per ogni investimento che si intende intraprendere. L’intervallo di tempo di questi grafici dovrebbe essere coerente con l’intervallo di tempo dell’investimento, che esso sia a breve o lungo termine. Il che significa che, se avete intenzione di acquistare un’opzione che scadrà in un’ora, non si dovrebbero indagare i grafici che mostrano il movimento nel corso di un intervallo di tempo di una settimana.

Ogni trader esperto, d’altra parte, capisce l’importanza dell’analisi tecnica, che aiuta a prevedere i cambiamenti di prezzo in futuro sulla base dei prezzi del passato. L’analisi tecnica utilizza un gran numero di indicatori speciali (ad esempio gli “indicatori di tendenza” ed i cosiddetti “oscillatori”), ciascuno dei quali fornisce un “segnale” specifico per aprire un trade su un bene al momento giusto.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *