Doppio massimo in Borsa e nel Forex: cosa significa

zzzz7789Un “doppio massimo” è un pattern di inversione definito da un grafico in cui il prezzo compie una corsa fino a un particolare livello, poi cala un po’, dopodiché ritorna di nuovo a quel livello, e infine cala di nuovo.  Esso mostra che la domanda supera l’offerta (i compratori predominano) fino al primo massimo, causando la crescita dei prezzi. Poi la situazione domanda/offerta si inverte: l’offerta supera la domanda (i venditori predominano), causando la caduta dei prezzi. Dopo una sorta di “valle”, i compratori predominano di nuovo e i prezzi risalgono. A quel punto, se i trader vedono che i prezzi non stanno aumentando superato un certo livello corrispondente al primo massimo, i venditori possono prevalere, facendo calare i prezzi e causando la formazione di un doppio massimo.

DIFFICOLTÀ NEL RICONOSCIMENTO PRATICO 

Molti analisti spesso non “leggono” e non interpretano correttamente entrambi i picchi del doppio massimo. Il doppio massimo è realmente confermato quando i prezzi calano sotto il livello della “valle”. Il tempo che intercorre fra due picchi è un altro fattore che determina la validità di un doppio massimo: se imassimi sono allo stesso livello ma sono molto vicini per quanto riguarda la differenza di tempo, allora ci sono ottime probabilità che siano parte di un consolidamento e che il trend riprenda. Due picchi dovrebbero essere distanti almeno un mese di tempo o altrimenti sono considerati far parte del medesimo consolidamento.  Il volume degli scambi è un altro elemento per riconoscere la formazione doppio massimo: i prezzi raggiungono il primo picco con un volume aumentato, poi calano nella “valle” con un basso volume, che è ancora inferiore nella salita verso il secondo picco.

L’INVERSO: IL “DOPPIO MINIMO” 

Il “doppio minimo” è un altro pattern molto comune nei grafici che rappresentano l’andamento di prezzo di uno strumento finanziario, e appare come una sorta di “W” sul grafico (mentre il doppio massimo appare come una sorta di “M”).  La maggior parte delle regole che si applicano alla formazione del doppio massimo – e al relativo riconoscimento da parte del trader – possono essere facilmente “invertite” e adattate opportunamente nel caso della formazione del doppio minimo. Per quanto riguarda in particolare il volume degli scambi, esso dovrebbe mostrare un aumento marcato nel rally che si sviluppa dopo il secondo minimo.

zzzz6734

IL PATTERN “TRIPLO MASSIMO” 

La formazione di un “triplo massimo” è più rara di quella di un doppio minimo in un trend di mercato ascendente. Il volume degli scambi è di solito basso durante il secondo rally verso l’alto e ancor di piùdurante la formazione del terzo massimo. I picchi, inoltre, possono non essere distanti fra loro quanto nel doppio massimo, mentre le “valli” possono non essere situate allo stesso livello, cioè il livello della prima o della seconda può essere situato più in basso rispetto all’altra.  Di solito è considerato un segnale “orso” se i prezzi, dopo il terzo massimo, calano sotto il livello corrispondente alla valle precedente tra due massimi. Raramente si osservano quattro massimi o quattro minimi allo stesso livello: se quindi i prezzi continuano a salire ai livelli dei tre massimi precedenti c’è un’ottima probabilità che il rally questa volta prosegua ancora più in alto.

zzzz7677



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *