Gli ETF Short, al ribasso o inversi: cosa sono

zz7645Gli ETF “short” o “inversi”, indicati da una di queste due parole accanto al nome dell’emittente, sono adatti per chi scommette su un mercato orso e, a differenza di altri strumenti utilizzati dai professionisti per guadagnare in un mercato in discesa, sono acquistabili da quasi tutte le categorie di investitori.

Possono essere molto efficienti ed efficaci, ma vanno utilizzati in una percentuale coerente con il proprio portafoglio, e coerentemente con le proprie previsioni e strategie, non solo perché magari stanno performando bene. Tuttavia, non è affatto facile – soprattutto per il trader principiante – capire il contesto, le motivazioni e la fase di mercato in cui i fondi short dovrebbero essere inseriti nel proprio portafoglio, pertanto si tratta di strumenti da usare con estrema cautela.

Possono essere usati anche a scopo di “copertura”, per proteggere la componente azionaria del portafoglio sulle resistenze tecniche degli indici azionari, o semplicemente per guadagnare acquistandoli all’inizio di lunghi trend discendenti, un po’ come se applicassimo lo short selling, o “vendita allo scoperto”. 

Tuttavia, un ETF short non protegge il vostro portafoglio in un mercato orso. Alcuni trader dilettanti, invece, credono che il possesso di un ETF inverso li aiuti a proteggere il loro portafoglio se vengono colpiti da ulteriori cali del mercato orso. Ciò potrebbe suonare bene in teoria, anche se è meglio pensare a una protezione del portafoglio prima che il mercato sia già crollato del 20% ed il modo migliore per ridurre il rischio è semplicemente quello di vendere per limitare i danni.

In ogni caso, la matematica di come funziona un ETF short è piuttosto diversa da quella che molti dilettanti immaginano, illudendosi di isolare il proprio portafoglio da una recessione prolungata del mercato azionario. Ricordiamo che un ETF short (o ETF inverso) è un fondo quotato in borsa che offre tutti i giorni l’opposto del ritorno del suo benchmark sottostante, spesso un ETF normale esistente. Se, ad esempio, il FTSE  MIB scende dell’1% in un giorno, il relativo ETF short aumenterà dell’1%.

Gli ETF short sono ETF con i soliti rischi che ci si aspetta da tali titoli, come ad esempio il rischio di controparte. Ma c’è un problema fondamentale in più che si presenta con gli ETF short, almeno nel modo in cui molti acquirenti disinformati hanno in mente di usarli.

Nell’arco di una giornata, gli ETF short fanno quello che dicono di fare sulla carta, ovvero forniscono l’opposto del ritorno del benchmark. Il problema arriva se si tiene un ETF short per più di un giorno, per non parlare delle settimane o mesi come molti trader prevedono di fare al fine di cercare di compensare eventuali perdite derivanti da un mercato azionario in calo.

Infatti, i rendimenti a lungo termine si discosteranno, in più o in meno, da quello che ci si aspetterebbe semplicemente sommando l’inverso dei rendimenti giornalieri. L’impatto è particolarmente evidente in condizioni di mercato volatili, il che equivale a dire nella maggior parte delle condizioni di mercato, dato che i prezzi raramente salgono o scendono in linea retta per lungo tempo. Tutto questo è abbastanza contro-intuitivo, quindi cerchiamo di illustrarlo con un paio di esempi.

Consideriamo dapprima il caso di un mercato volatile in declino. In questo esempio, come vediamo in tabella, l’indice azionario è diminuito del 5,47%, ma l’ETF short è salito solo del 4,48%. Nel frattempo, l’ETF 2x – cioè con leva 2 x – è cresciuto molto meno, rispetto al guadagno di quasi l’11% che ci si sarebbe potuto aspettare in maniera intuitiva semplicemente raddoppiando il declino dell’indice.

zz5675b

Consideriamo ora il caso di un mercato volatile con trend piatto. Qui vediamo che, come mostrato in tabella, dopo cinque giorni molto volatili, l’indice è tornato esattamente dove era partito. Al contrario, abbiamo perso soldi sull’ETF short e c’è stato un vero e proprio “bagno di sangue” per chi ha investito sull’ETF short con leva 2x. Questo non accade perché questi ETF non funzionano. Essi fanno semplicemente ciò che sono destinati a fare, che è fornire l’opposto del ritorno quotidiano.

zz6468b



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *