Fondi azionari: cosa sono e in quali investire

zzzz66801) FONDI AZIONARI: IN COSA INVESTONO 

I fondi azionari sono fondi che investono il capitale prevalentemente in titoli azionari. In pratica, investono in azioni almeno il 70% del proprio portafoglio. Si tratta quindi di una tipologia di fondo che presenta un rischio maggiore rispetto alle altre, proprio per lo stretto legame con il mercato azionario, che è intrinsecamente rischioso e tanto più imprevedibile quanto più corta è la scala di tempo. In base alletipologie di azioni che prevalgono all’interno del portafoglio, i fondi azionari si distinguono a loro volta in: (1) fondi azionari geografici, cioè che investono in una determinata area geografica; (2) fondi azionari settoriali, che investono principalmente in titoli di un particolare settore economico; (3)fondi a gestione attiva, che mirano a migliorare le prestazioni del benchmark di riferimento;  fondi a gestione passiva, che si accontentano di replicare le performance del benchmark di riferimento. 

2) RENDIMENTO E IMPIEGO IDEALE DI QUESTI FONDI 

I fondi azionari sono quelli con le maggiori potenzialità di guadagno, ma gli investimenti in fondi azionari devono essere visti come investimenti di lungo periodo, pluriennali (almeno 10 anni), affinché possano dare il miglior risultato, fermo restando che in campo azionario non vi è mai nulla di garantito. Nel medio e lungo periodo, questi fondi offrono, statisticamente, un rendimento migliore dei fondi obbligazionari. I profitti conseguiti dai fondi azionari sono correlati alla capacità del gestore del fondo – cui è affidata la scelta dei titoli e delle strategie di investimento – ed alla sua capacità di prevedere i cambiamenti e gli scenarieconomici. Generalmente, nei fondi azionari le scelte del gestore vanno nella direzione di una diversificazione, che si realizza nel selezionare diverse azioni e diversi settori economici e/o diverse zone geografiche, cosa che sarebbe molto difficile per un singolo investitore. 

3) RISCHI ASSOCIATI 

Nel breve periodo i fondi azionari sono prodotti rischiosi, perché è possibile ottenere elevati guadagni ma anche perdite ingenti, specie se si entra nel momento sbagliato, vicino a un massimo: vi è, cioè, un”rischio timing”. Poiché i titoli azionari su cui il capitale viene investito sono molti, rispetto a un investimento azionario fatto comprando direttamente noi le azioni, i fondi comuni garantiscono unamaggiore diversificazione del portafoglio: di conseguenza, le perdite di alcune azioni vengono almeno parzialmente compensate dai risultati positivi di azioni di altri comparti economici o di altre aree geografiche, ed il “rischio specifico” si riduce. Oltre a questo, abbiamo il “rischio emittente”, dal momento che un’azienda quotata in Borsa può sempre fallire, e il “rischio di cambio”, poiché alcuni fondi che operano sui mercati internazionali sono quotati in dollari anziché in euro. Inoltre, per i fondi azionari esiste il “rischio gestore”, poiché i rendimenti – a parità di altri fattori – variano molto da gestore a gestore.

zzzz6683

4) COSTI E COMMISSIONI VARIE 

I costi sono rappresentati innanzitutto dalla commissione di ingresso da pagare al momento della sottoscrizione delle quote, che può essere finanche di qualche punto percentuale sul capitale investito. Vi è poi una commissione di gestione annua, anch’essa più alta per i fondi azionari che per altre tipologie di fondi. Infine, sono di solito previste commissioni di performance, cioè quelle che il fondo trattiene se i rendimenti ottenuti dal fondo superino dei parametri prestabiliti. I fondi azionari possono essere acquistati anche con formule “PAC” (Piano di ACcumulo), ovvero con un pagamento dilazionato nel tempo che consente, con il versamento di modeste somme di denaro nel corso del tempo, di acquistare un numero crescente di quote del fondo. I piani di accumulo hanno il vantaggio di far entrare l’investitore su un periodo di vari anni, riducendo il rischio di ingresso sui massimi.

5) CATEGORIE DI FONDI AZIONARI 

Fondi azionari internazionali: investono in azioni delle Borse di tutto il mondo; Fondi azionari Europa: investono in azioni del vecchio continente; Fondi azionari area Euro: titoli di aziende dei Paesi aderenti all’euro; Fondi azionari Pacifico: investono nei Paesi dell’area del Pacifico, compresi Giappone e Australia; Fondi azionari Italiani: investono sulla Borsa italiana, poco rappresentativa a livello mondiale; Fondi azionari Paesi Emergenti: azioni di aziende di Paesi in forte sviluppo economico, come Cina, Europa dell’Est, America Latina, Sud Africa, Sud-Est asiatico; Fondi azionari nuove tecnologie: Internet, telecomunicazioni, biotecnologie, etc.; Fondi settoriali: classificati in base al settore merceologico delle aziende di cui detengono le azioni, e soggetti ad alta volatilità e rischi; Fondi azionari altre specializzazioni: fondi azionari non altrimenti classificabili, anch’essi particolarmente volatili e rischiosi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *