Fondi monetari: rendimenti, commissioni, rischio

zzzz43171) FONDI MONETARI: IN COSA INVESTONO 

I fondi monetari – noti anche come “fondi liquidità” – sono la tipologia di fondo comune meno rischiosa ma anche meno remunerativa. Si tratta di prodotti caratterizzati da un’estrema liquidità (donde il nome) che investono il loro patrimonio in strumenti di investimento sul breve termine, come i Titoli di Stato italiani ed esteri e le obbligazioni di emittenti privati con vita residua inferiore a 1 anno. In particolare, investono esclusivamente in titoli a tasso variabile oppure in titoli a tasso fisso con scadenza molto vicina ed emessi da emittenti con un rating – cioè un grado di affidabilità – elevato. Una particolarità molto importante di questi fondi è che normalmente i titoli acquistati sono in euro, il che li mette al riparo dal “rischio di cambio”, cioè di variazioni sfavorevoli del tasso di cambio fra valute, anche se esistono fondi monetari che investono in strumenti denominati in dollari o in altre valute.

2) IMPIEGO IDEALE DEI FONDI MONETARI 

I fondi di tipo monetario hanno lo scopo di limitare al massimo l’esposizione al rischio dell’investitore, e vengono di solito scelti non tanto come strumento di investimento quanto come strumento di parcheggio momentaneo per la liquidità – cioè come alternativa alla liquidità sul conto corrente, ai pronti contro termine o ai Buoni Ordinari del Tesoro (BOT) – o comunque per diversificare la liquidità a brevissimo termine. Infatti, un fondo monetario permette di percepire un rendimento, seppur minimo, senza dover vincolare la somma, come succederebbe, invece, acquistando direttamente un Titolo di Stato o un’obbligazione, che hanno delle scadenze per il rimborso: è vero, infatti, che questi possono essere venduti prima della scadenza sul “mercato secondario”, ma il guadagno ne è penalizzato. Al contrario, i fondi monetari possono essere smobilizzati senza problemi in qualsiasi momento.

3) RENDIMENTO E RISCHIO ASSOCIATO 

Il guadagno che si può conseguire con un fondo monetario è leggermente superiore agli interessi dati da un qualsiasi conto corrente bancario. I fondi monetari, in compenso, sono tra le forme di fondo comune caratterizzate dal minor grado di rischio. La breve durata dei titoli in cui questi fondi investono, infatti, mette il risparmiatore al riparo da consistenti variazioni dei tassi di interesse che farebbero calare il valore dei Titoli di Stato. A differenza di altri fondi comuni di investimento, i monetari presentano un “rischio emittente” – cioè la possibilità che l’emittente di un titolo non sia solvibile o che vada in default – molto basso, sia per la breve durata dell’investimento sia, soprattutto, perché compra titoli emessi da debitori solidi, con alto rating. Non presentano, infine, neppure un particolare rischio liquidità perché investono prevalentemente in Titoli di Stato.

zzzz7380

4) COSTI E COMMISSIONI VARIE 

Data la breve vita dei titoli in cui investono, a differenza di quanto accade con altre tipologie di fondi di investimento i fondi comuni monetari non hanno costi o commissioni di ingresso o di uscita, e l’interesse percepito è dato dalla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita. Sono però normalmente previste delle piccole commissioni di gestione, cioè legate alla gestione del portafoglio da parte del fondo, anche se investendo in Titoli di Stato e obbligazioni i gestori non è che debbano avere una particolare abilità da ricompensare. Per tale motivo, alcuni investitori, anziché parcheggiare la liquidità sui fondi monetari – che però sono comodi come forma di passaggio (switch) se si pensa di acquistare poi altri fondi dallo stesso gestore – preferiscono parcheggiarla direttamente in BOT o altri Titoli di Stato, specie se non vi è la necessità di venderli prima della scadenza. 

5) CATEGORIE DI FONDI MONETARI 

Monetari area Euro dinamico: sono fondi che investono in titoli in euro con scadenze anche superiori aitre mesi, ma pur sempre di breve termine, con maggiore volatilità e rendimento rispetto ai monetari “stabili”; Monetario area Euro stabile:sono fondi che investono in titoli in euro con scadenza inferiore a tre mesi; Monetari area Dollaro: sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati indollari, puntando su un’evoluzione favorevole del tasso di cambio euro/dollaro; Monetari CHF: sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati in franchi svizzeri; Monetari DKK: sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati in corone danesi; Monetari GBP: sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati in sterline; Monetari NOK:  sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati in corone norvegesi; Monetari SEK: sono fondi che investono su strumenti a breve scadenza denominati in corone svedesi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *