Guadagnare con i fondi comuni: consigli utili

zz4356La gente di solito investe in fondi comuni di investimento perché hanno il vantaggio di un’ampia diversificazione (si distribuisce il vostro denaro fra decine o centinaia di azioni per ridurre il rischio) e di una gestione professionale. Tuttavia, si dimentica che un’ampia diversificazione, come riduce i rischi, riduce anche il guadagno, perciò questo è il compromesso cruciale da cui dipende il nostro guadagno.

Chi ha investito in fondi comuni d’investimento specializzati sull’Asia, la maggior parte delle volte avrebbe perso soldi o portato a casa rendimenti miseri. Solo il 6% di questi fondi comuni d’investimento ha battuto l’indice S&P 500 nel corso di un periodo di dieci anni. Quali sono le probabilità che voi piazzate una scommessa proprio su questo 6%? Le probabilità maggiori sono che avreste avuto rendimenti più bassi rispetto all’indice sottostante, pur avendo da pagare pesanti commissioni di gestione annuali.

Non va molto meglio il mercato dei fondi comuni degli Stati Uniti. In media, meno del 10% dei fondi comuni hanno battuto l’indice S&P 500 ogni anno. Ma quel che è peggio è che si tratta di un 10% diverso ogni anno. Meno del 3% dei fondi comuni di investimento sono in grado di battere l’indice S&P 500 nel corso di un periodo da 5 a 10 anni. Così, ancora una volta, quali sono le probabilità che voi battiate il mercato attraverso le scommesse su un determinato fondo? Solo il 3%!

Ora potete cominciare a capire perché è così difficile, per la maggior parte delle persone, fare soldi investendo in fondi comuni di investimento. In pratica, ci sono tre ragioni principali:

1) Alte commissioni di vendita e commissioni di gestione

La maggior parte delle persone che acquistano fondi comuni di investimento, lo fa attraverso banche o società finanziarie a prezzi di vendita al dettaglio in cui vi è una commissione di vendita e commissioni annuali di gestione elevate, sebbene le prime in genere calino all’aumentare del capitale investito. In Asia, la maggior parte delle banche e delle istituzioni finanziarie vendono fondi di investimento con una commissione di vendita pari al 5-6% e con tasse annuali dell’1,5% -2%.

Ciò significa che, prima ancora di iniziare a vedere l’evoluzione di prezzo del sottostante dopo l’acquisto, si è sotto del 6,5% -8% sul vostro investimento e di un altro 1,5% ogni anno. Il vostro fondo asiatico, pertanto, deve sovraperformare notevolmente solo perché valga la pena acquistarlo e tenerlo. Ma meno del 10% dei fondi del mondo può raggiungere questo risultato ogni anno e meno del 3% lo può raggiungere in 5 anni. Perciò, per investire su certi fondi occorre anche avere un orizzonte temporale piuttosto lungo.

2) L’acquisto dei fondi che stanno performando meglio

La maggior parte delle persone sceglie i fondi sulla base dei loro rendimenti elevati a breve termine. Questi sono i fondi che vengono normalmente spinti e pubblicizzati dai rivenditori finanziari. Sono dotati di rendimenti impressionanti e seducenti accompagnati da frasi del tipo: “Questo fondo è aumentato del 65% negli ultimi sei mesi”. Il fatto è che i migliori fondi performanti a breve termine tendono ad essere anche grandi perdenti negli anni successivi e sul lungo termine.

Questo perché tali fondi tendono ad essere investiti in titoli caldi o in settori caldi dove le azioni sono aumentate rapidamente di prezzo ed i gestori di fondi le hanno acquistate cavalcando l’onda. È per questo che essi hanno avuto rendimenti molto spettacolari. Tuttavia, la forte attività di acquisto tende a spingere le azioni presenti nel paniere di tali fondi di investimento in un territorio sopravvalutato, ed è abbastanza sicuro che il loro prezzo crollerà negli anni successivi. Per cui occorre stare alla larga dai settori caldi e dai fondi che hanno avuto rendimenti spettacolari a breve termine.

3) Mancanza di conoscenza, dati e strumenti

Il più importante motivo per cui gli investitori perdono soldi in fondi comuni è perché non hanno le conoscenze e le informazioni necessarie per cercare i primi 3% dei fondi performanti e coerenti a costi più bassi. Gli investitori tendono ad acquistare su consiglio dei loro direttori di banca, dei loro consulenti, dei prospetto o delle brochure dei gestori: tutte fonti che, in genere, non forniscono informazioni sufficienti per scegliere i fondi realmente più performanti nel futuro.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *