Rimbalzo del gatto morto: significato e uso

zzzz8736DESCRIZIONE GENERALE 

Il pattern “rimbalzo del gatto morto” può essere considerato a buon diritto uno dei metodi dell’analisi tecnica, anche se di solito, purtroppo, può essere identificato solo a posteriori, il che ne rende difficile lo sfruttamento. Si tratta di un pattern di continuazione che all’inizio sembra essere, invece, un pattern diinversione.  Comincia con un movimento discendente seguito da un significativo ritracciamento del prezzo. Il prezzo, però, non prosegue il suo rimbalzo verso l’alto e riprende ben presto la sua discesa, superando il minimo precedente. Pertanto, il “rimbalzo del gatto morto” indica comunemente una breve, temporanea ripresa in un prolungato mercato discendente – o mercato “orso” – cui segue la continuazione del declino. Comprendere questo pattern è vitale, nei mercati di oggi.

ORIGINE DELL’ESPRESSIONE 

L’espressione “rimbalzo del gatto morto” trova la sua origine nell’idea che “anche un gatto morto rimbalza quando cade da una grande altezza”. La frase viene usata in Borsa ormai da molti anni, ed esattamente fin dal 1985, quando il mercato azionario di Singapore e della Malesia rimbalzò dopo una grossa caduta avvenuta durante la recessione di quell’anno. Il giornalista Christopher Shervell del Financial Times,in un suo articolo pubblicato su tale quotidiano il 7 dicembre 1985, raccontò di aver sentito un broker azionario dire che, nonostante l’evidente crescita degli acquisti il giorno precedente, quella ripresadel mercato era in parte tecnica e la definì un “rimbalzo del gatto morto”, concludendo che difficilmente il recente crollo del mercato era giunto a una fine.

IL “RIMBALZO” DOPO UN CROLLO 

Un crash del mercato può avvenire su varie scale temporali: possiamo avere un crollo del 10% in un giorno o una caduta molto più marcata – ad esempio, del 30% o più – ma che si sviluppa nell’arco di mesi o decinedi mesi, come in una recessione o in una crisi più profonda, il cui “rimbalzo del gatto morto” potrebbe essere un illusorio rally della durata di vari mesi e con un recupero significativo in termini percentuali. Più rapido è il crollo e più è facile aspettarsi che vi sarà un “rimbalzo”, anche se è purtroppo molto difficile stabilire il livello a cui si dovrebbe entrare per approfittarne. Inoltre, quando il declino riprende dopo il primo “rimbalzo del gatto morto”, il pattern si può ripetere nuovamente, magari solo sotto forma di illusori “inizi” di rimbalzi che possono trarre in inganno.

zzzz7666

LA “CAPITOLAZIONE” DEL MERCATO 

Infatti, più il mercato e scende e più ci si aspetta la cosiddetta “capitolazione”: la soglia che raggiunge dopo una pesantissima caduta del mercato, che si realizza quando un gran numero di investitori non può tollerare più a lungo le perdite finanziarie raggiunte. Questi investitori, allora, “capitolano”, cioè vendono inpreda al panico, oppure i vengono raggiunti gli stop-loss fissati in precedenza, che liquidano in automatico le posizioni superata una data perdita, e ciò può stimolare un ulteriore crollo del prezzo. Il riscatto di posizioni da parte delle “mani forti” del mercato (che comprendono gli hedge fund, ma non solo) contribuisce in maniera significativa alla capitolazione, che rappresenta un possibile “fondo” (bottom) per il calo dei prezzi, dal momento che chiunque voleva (o era forzato) a vendere lo ha fatto già, lasciando il mercato ai compratori, per cui ci si aspetta una ripresa.

UNA LEZIONE PER IL TRADER PRINCIPIANTE 

Quando un mercato finanziario ha una caduta consistente o un crollo improvviso, i trader cercano di determinare quando i prezzi hanno raggiunto il loro minimo in modo da comprare azioni cercando diguadagnare. Se però comprano troppo presto – come appunto nel caso del rimbalzo del gatto morto – i prezzi possono salire temporaneamente ma poi declinare di nuovo. Quindi, occorre fare molta attenzione:acquistando o tentando di acquistare sul rimbalzo del gatto morto si rischia di finire “bruciati”. Ovviamente, più i prezzi del mercato scendono e si avvicinano a quello che riteniamo essere il “fondo” della discesa e più è facile essere tentati di entrare sul mercato e quindi cadere in questo tipo di errore, che rientra senz’altro fra quelli tipici del principiante.

zzzz7663



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *