Rischio investimento azionario: come ridurlo

zz4790Gli investitori cercano di acquistare un’azione quando il suo prezzo ha raggiunto un livello di supporto (cioè un livello da cui il prezzo risalirà) e di vendere le azioni quando il prezzo ha raggiunto un livello di resistenza (un livello in cui il prezzo è elevato, per cui scenderà). Questo, però, è più facile a dirsi che a farsi.

La maggior parte degli investitori finiscono per perdersi un aumento continuo del prezzo in attesa che l’azione torni prima a precipitare, o la vendono anzitempo sottovalutando quanto il prezzo andrà ancora in alto. In questo post, ci concentreremo sulle due strategie più popolari che è possibile utilizzare per investire senza doversi preoccupare del cosiddetto “market timing”, cioè del momento di ingresso e di uscita.

La Euro Cost Averaging (ECA) è una tecnica di investimento che ha lo scopo di ridurre l’esposizione al rischio associato al fare un solo grande acquisto. Secondo questa tecnica, le azioni vengono acquistate in una quantità specifica su una base periodica specificata (spesso mensile), indipendentemente dal rendimento corrente dell’azionario. La teoria è che questo porterà a maggiori rendimenti complessivi, dal momento che un numero inferiore di azioni saranno acquistate quando il costo è alto, mentre la maggior parte delle azioni saranno acquistate quando il loro costo è basso.

Un esempio di ECA sarebbe il seguente. Se voglio comprare 1.200 azioni ENEL con l’ECA, allora potrei decidere di acquistare 400 azioni di ENEL al mese nel corso dei prossimi tre mesi. Ipoteticamente, durante il mese uno, il prezzo di ENEL può essere di 105 € per azione, potrebbe scendere a 95 € per azione durante il mese due, e poi salire a 100 € durante il mese tre. Se avessi comprato tutte le 1.200 azioni durante il mese uno, mi sarebbe costato 105 € per azione. Ma, spalmando l’acquisto nel corso di tre mesi, sono riuscito a comprare le azioni ENEL ad un prezzo medio di 100 € per azione.

Lo svantaggio principale dell’utilizzare l’ECA è che si può non massimizzare il rendimento complessivo. Se vi è un’indicazione che una certa azione è attualmente sottovalutata e potrebbe aumentare molto di prezzo, si finirebbe effettivamente per guadagnare meno soldi se utilizzo l’ECA piuttosto che se avessi acquistato tutte le azioni in principio, prima che il prezzo salisse alle stelle. Quindi, non si tratta sempre di una strategia vincente quella di spalmare gli acquisti su un lungo periodo di tempo.

La tecnica del value averaging – nota anche come “Valore medio dell’Euro” (VME), è una tecnica di aggiunta di denaro a un portafoglio di investimento per fornire un maggiore rendimento rispetto ai metodi simili, come l’ECA e gli investimenti casuali. Con il metodo in questione, gli investitori contribuiscono al loro portafoglio in modo tale che il saldo del portafoglio aumenta di importo, indipendentemente dalle fluttuazioni del mercato. Di conseguenza, nei periodi di ribassi del mercato, l’investitore immette più soldi, mentre in periodi di salita del mercato, l’investitore immette meno.

Ecco un esempio di VME. Supponiamo che voglia investire su Yahoo utilizzando la strategia VME e che Yahoo valga attualmente 10 € per azione. Determino che il valore della quantità che ho intenzione di investire nel corso di 1 anno salirà, in media, 1000 € ogni trimestre via via che faccio ulteriori investimenti. Se uso la VME, investo all’inizio 1.000 €. Se, alla fine del primo trimestre, il prezzo delle azioni è salito a 15 € per azione – il che significa che il valore del mio investimento è ora di 1.500 € – significa che dovrò investire solo 500 € all’inizio del secondo trimestre, per portare la quantità totale del mio investimento per il primo e secondo trimestre a 2.000 €. In pratica, sto investendo di meno con l’aumentare di prezzo delle azioni.

La tecnica ECA di solito funziona meglio della VME perché  la media sul valore fa sì che meno soldi vengano investiti quando il prezzo delle azioni sale, mentre con la media sui costi si continua ad investire lo stesso numero di euro a prescindere dal prezzo delle azioni. Ma nessuna di queste strategie è necessariamente a prova di fallimento. Pertanto, assicuratevi sempre di sapere qualcosa circa l’azienda sulla quale si sta per investire prima di andare avanti e fare qualsiasi investimento.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *