Vantaggi fondi comuni di investimento

zz7268Il più grande vantaggio dei fondi comuni di investimento è la diversificazione istantanea che un fondo può dare. Molte persone non hanno abbastanza soldi per comprare un portafoglio di azioni e obbligazioni che sia abbastanza vario. Mettere in comune il proprio denaro con quello di migliaia di altri investitori risolve questo problema, distribuendo il vostro denaro attraverso investimenti sufficienti per ridurre il rischio che il vostro capitale sia spazzato a seguito di una singola scommessa andata male.

Un altro vantaggio è che investire in fondi comuni consente di risparmiare tempo. In pratica, è come se aveste assunto un investitore professionista per monitorare le posizioni del vostro portafoglio e fare del suo meglio per comprare e vendere al momento opportuno. Non c’è bisogno di spendere il vostro tempo studiando attentamente i mercati attraverso i siti web azionari e le news aziendali per prendere tali decisioni da soli, a meno che non vi piaccia e abbiate il tempo per farlo.

I fondi comuni, quindi, beneficiano delle economie di scala. Il modo più semplice per capire le economie di scala è quello di pensare agli sconti praticati per volume di vendita: in molti negozi, più è la quantità di un prodotto che si acquista, e più economico il prodotto diventa. Ad esempio, quando si acquista una dozzina di ciambelle, il prezzo per ciambella è generalmente più basso rispetto all’acquisto di una sola. Ciò si verifica anche per l’acquisto e la vendita di titoli. Se si acquista un solo titolo alla volta, le spese di transazione saranno relativamente grandi, più basse se ne vengono acquistati tanti insieme.

I fondi comuni sono in grado di approfittare delle grandi dimensioni del capitale totale investito e possono quindi ridurre i costi di transazione per gli investitori. Quando si acquista un fondo comune, si è in grado di ottimizzare le numerose spese di commissione. Immaginate se si dovessero acquistare in prima persona le 10-20 azioni necessarie per la diversificazione. La commissione da sola sarebbe mangerebbe una buona parte dei vostri risparmi. Con i fondi comuni di investimento, è possibile effettuare le transazioni su una scala molto più grande per meno soldi, di conseguenza le commissioni da voi pagate sono contenute.

Un altro vantaggio dei fondi comuni di investimento è la possibilità di entrare e uscire con relativa facilità. In generale, si è in grado di vendere i fondi comuni di investimento in un breve periodo di tempo senza che vi sia molta differenza tra il prezzo di vendita e il valore corrente di mercato. Tuttavia, è importante prestare attenzione ad eventuali spese associate con la vendita. Inoltre, a differenza di azioni e fondi negoziati in borsa (ETF), che si possono vendere in qualsiasi momento durante le ore di mercato, per i fondi comuni si possono effettuare transazioni solo una volta al giorno, dopo la determinazione del cosiddetto “valore patrimoniale netto del fondo” (NAV) riportato online o sui quotidiani di finanza.

Molti investitori, infine, non hanno la somma esatta di denaro per comprare un sacco di azioni, obbligazioni o altri titoli. Duecento dollari, ad esempio, di solito non sono abbastanza per comprare molti titoli, soprattutto dopo aver dedotto le commissioni. Gli investitori possono invece acquistare fondi comuni di investimento in tagli più piccoli, che vanno da 100 a 1.000 € come minimi. I più piccoli tagli di fondi comuni offrono agli investitori la possibilità di effettuare investimenti periodici attraverso piani di acquisto mensili (piani di accumulo, o PAC), senza dover attendere di avere abbastanza soldi per comprare tali fondi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *